Il cacciatore di libri

Informações:

Sinopsis

Un inviato virtuale in libreria per scoprire le novità editoriali, ma anche per rivalutare romanzi pubblicati da tempo. In ogni puntata un incontro con uno scrittore per parlare del libro e non solo. Curiosità sul mondo dell'editoria, festival culturali e tendenze.

Episodios

  • "Un bacio dietro al ginocchio" di Carmen Totaro

    25/08/2021

    Un rapporto sottilmente feroce è quello che c'è fra la madre e la figlia protagoniste di "Un bacio dietro al ginocchio" di Carmen Totaro (Einaudi). Elisa ha appena compiuto 22 anni e non ha mai raccontato alla madre Ada la verità sulla sua carriera universitaria e su tutta la sua vita. Ada e Elisa sono una madre e una figlia che non si conoscono, che non riescono a comunicare, che si amano e si odiano. Una sera la madre si addormenta nella vasca da bagno e deve chiedere aiuto ai vicini perché la porta è chiusa a chiave: è stata lei, confusa da alcol e psicofarmaci, a perdere la chiave o è stata la figlia a chiuderla dentro e a lasciare il gas aperto? Dopo essere stata soccorsa, Ada capisce che la figlia è andata via. Da qui inizia la sua ricerca sulle tracce di una figlia che non conosce.

  • "Splendi come vita" di Maria Grazia Calandrone

    24/08/2021

    1965: una bambina di pochi mesi viene abbandonata su un prato a Villa Borghese, a Roma. Poco dopo la madre si suicida. La notizia finisce su tutti i giornali e la piccola viene adottata da una coppia. Quando la bimba ha 4 anni, la mamma le svela che è stata adottata. Una notizia che deflagra non tanto nella mente della piccola, ma inaspettatamente in quella della madre che realizza una mancanza, pensa, come madre, di essere un falso. Da quel momento in poi diventa sferzante con la figlia, vittima del disamore. Questa è la storia vera della poetessa Maria Grazia Calandrone che ha deciso di raccontarla nel romanzo "Splendi come vita" (Ponte alle Grazie). Un romanzo potente e doloroso che parte da una storia intima e personale, ma diventa universale.

  • Ironia

    21/08/2021

    Puntata speciale del Cacciatore di libri dedicata a ironia e umorismo, i libri che ci fanno ridere e sorridere, anche se a volte in modo amaro. Si parte con "Flora" di Alessandro Robecchi (Sellerio) e con l'ironia sferzante di Carlo Monterossi, autore tv e investigatore per caso. In "L'arte del buon uccidere" (Mondadori), Piersandro Pallavicini immagina il modo perfetto per far fuori i tipi umani insopportabili in una sorta di legge del contrappasso. Con Stefano Piedimonte seguiamo l'avventura de "I magnifici idioti" (Rizzoli), quattro improbabili scelti dal governo per potare a termine una missione contro un pericolo alieno. Infine la leggerezza di Alessia Gazzola con "Un tè a Chaverton House" (Garzanti) in cui ironia e romanticismo si mescolano.L'ospite del Caffè letterario è Alberto Garlini, scrittore e curatore di Pordenonelegge.L'audiolibro è "Tre uomini in barca" di J.K. Jerome prodotto da Il Narratore Audiolibri. Playlist: La paranza - Daniele Silvestri Il vitello dai piedi di balsa - Elio e le stori

  • "L'appello" di Alessandro D'Avenia

    20/08/2021

    Un professore di scienze diventato cieco per una malattia, Omero Romeo, è il protagonista del romanzo "L'appello" di Alessandro D'Avenia (Mondadori). Ma protagonisti sono anche gli studenti della quinta liceo dove Romeo va a insegnare per un anno come supplente. Alcuni ragazzi problematici, considerati difficili dagli altri docenti. Il nuovo professore porterà in classe una piccola rivoluzione: al momento dell'appello ogni studente dichiarerà il suo nome e dovrà raccontare qualcosa di sè. Il romanzo è così la narrazione del vissuto di questi ragazzi che diventano capaci di togliersi qualunque maschera per mostrare ai compagni veramente sè stessi.

  • "Il calamaro gigante" di Fabio Genovesi

    19/08/2021

    Da Fabio Genovesi un piccolo romanzo "Il calamaro gigante" (Feltrinelli) che è un elogio delle storie, della fantasia e della voglia di sognare. Mette in evidenza come spesso nella vita diventiamo schiavi del senso del dovere e non abbiamo più il coraggio di abbandonarci ai sogni, soprattutto quelli impossibili. Fabio Genovesi, con il consueto tocco d'ironia dei suoi libri, intreccia episodi della propria vita e storie di alcune persone realmente esistite nei secoli passati, considerate visionarie, o peggio stupide, perché per esempio raccontavano dell'esistenza del Kraken, il calamaro gigante, creatura del mare misteriosa.

  • "La rinnegata" di Valeria Usala

    18/08/2021

    Romanzo d'esordio di una giovane scrittrice, Valeria Usala,"La rinnegata" (Garzanti) racconta una storia dura e dolorosa in cui però si intravede la speranza. Leggendo il libro si ha la sensazione che ad essere "rinnegate" siano entrambe le protagoniste femminili, seppur per ragioni diverse. Teresa e Maria si muovono in un contesto sociale soffocante, maschilista, pieno di pregiudizi e maldicenze. Siamo in un piccolo borgo della Sardegna, in un tempo non ben definito. Teresa gestisce un emporio e una taverna. Suo marito Bruno è spesso fuori per lavoro e lei è molto chiacchierata dagli uomini e dalle donne del paese. Maria è una figura inizialmente inquietante e sfuggente.

  • "Quel luogo a me proibito" di Elisa Ruotolo

    17/08/2021

    "Quel luogo a me proibito" di Elisa Ruotolo (Feltrinelli). La protagonista è una donna cresciuta in un contesto sociale e culturale soffocante. Un contesto in cui viene evidenziato il concetto di vergogna e lei si sente schiacciata e invisibile. La madre è "prigioniera della morale" e "capolavoro di obbedienza" e anche la protagonista cresce con queste regole. Ma, a 42 anni, l'incontro con un uomo mette in dubbio il suo modo di stare al mondo. Si crea una profonda spaccatura fra il modo di pensare e vivere appreso in famiglia, e la vitalità che sente emergere dentro di sè.

  • Poker d'assi: 4 successi del 2021

    14/08/2021

    In questa puntata speciale del Cacciatore di libri parliamo di alcuni dei romanzi che hanno avuto maggior successo nella prima parte dell'anno. Come sempre molto amati i gialli e i noir e dunque riascolteremo le interviste a Gianrico Carofiglio che con "La disciplina di Penelope" (Mondadori) ci presenta un nuovo personaggio destinato a diventare seriale, e Antonio Manzini con "Vecchie conoscenze" (Sellerio), decimo romanzo con Rocco Schiavone protagonista. Un altro romanzo di successo nei primi sei mesi del 2021 è "L'inverno dei leoni" di Stefania Auci (Nord), secondo e ultimo volume della saga dei Florio, sequel di "I leoni di Sicilia". Infine il romanzo che ha vinto il Premio Strega che ha sempre molto successo fra i lettori: nel 2021 è stato assegnato a "Due vite" (Neri Pozza) di Emanuele Trevi. Un poker d'assi: quattro libri di successo apprezzati dai lettori in questa prima parte del 2021.

  • "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna

    13/08/2021

    Protagonista del romanzo "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna (Einaudi) è una donna, Bianca, la cui vita è segnata da un trauma: la morte della sorella Stella quando erano piccole. Da quel momento la madre ha smesso di vivere nel senso che è entrata in depressione e ha tentato diverse volte il suicidio. Bianca cerca così di diventare impermeabile alle emozioni ed esercita la sua mania di controllo per esempio facendo delle liste mentali dei rifiuti. Tutto questo mentre cova un senso di colpa per la morte della sorella.

  • "Quello che possiedi" di Caterina Soffici

    12/08/2021

    "Quello che possiedi" di Caterina Soffici (Feltrinelli) racconta la storia di Clotilde, 82 anni, e della figlia Olivia. Clotilde, cresciuta in una famiglia ricca e aristocratica di Firenze, è una donna classista, odia la povertà quanto la bruttezza, detesta l'ambizione di chi vorrebbe fare un salto nella scala sociale. Una donna che ha subito alcuni traumi, ma che finisce per restare vittima soprattutto di questa gabbia dorata. Un giorno Clotilde scompare e così si ricostruisce la sua vita, ma anche quella della figlia. Olivia è stata cresciuta dalle domestiche e anche per questo detesta sua madre, ha cercato di ribellarsi alla bolla di privilegio laureandosi e sposando un avvocato, ma alla fine si è adeguata.

página 2 de 2